Informazioni personali

La mia foto
"L'Isola dei Demoni" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Self publishing con Amazon "L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

venerdì 22 febbraio 2019

5 cose che... #26 5 serie tv sconosciute

5 cose che...
#26
5 serie tv sconosciute


Buongiorno lettori,
nuova puntata del venerdì della rubrica settimanale 5 cose che..., ideata dal blog Twins Book Lovers.




L'iniziativa si svolge ogni venerdì, e ogni volta si propone un argomento diverso: dai libri ai fumetti, dai telefilm ai film, talvolta anche canzoni, cartoni animati e luoghi!
La partecipazione è libera e aperta a tutti, occorre solo iscriversi a questo link.





Oggi parliamo di:
5 serie tv sconosciute


  • Killer Instinct è una serie televisiva del 2005 di genere poliziesco thriller, composta da una sola stagione da 13 episodi. La trama narra vari casi "devianti" e molto originali su cui indaga il detective Jack Hale.

  • Vampire High è una serie televisiva canadese del 2001 / 2002 di genere urban fantasy con un pizzico di gotico, composta da una sola stagione da 26 episodi. La trama narra di una, non meglio precisata, grande eclissi che produsse una guerra civile tra i vampiri. Gli Anziani, anche di loro non si sa granché (hanno fatto pochissime apparizioni negli episodi) hanno scelto cinque giovani vampiri per istruirli a essere ancora umani. Il compito della loro educazione è sulle spalle di un mortale, un professore che insegna in una sorta di collegio.


  • Point Pleasant è una serie televisiva statunitense del 2005 di genere urban fantasy, composta da una sola stagione da 13 episodi. La trama narra di Christina, una ragazza che viene salvata in mare. Non ricorda nulla di sé... e dal suo arrivo a Point Pleasant avverranno diversi eventi misteriosi, inquietanti e pericolosi. Si scoprirà che il padre della protagonista è molto famoso! Si tratta del Diavolo...


  • The Gates - Dietro il cancello è una serie televisiva statunitense del 2010 di genere urban fantasy, con un pochino di horror e thriller, composta da una sola stagione da 13 episodi. La trama narra del trasferimento della famiglia Monahan da Chicago alla tranquilla comunità di lusso, chiamata appunto The Gates. Nick, il padre, diventa il nuovo capo della polizia. Cosa c'è di strano in questa comunità? Beh, gli abitanti all'apparenza sembrano perfetti umani, ma non lo sono poiché a The Gates abitano vampiri, streghe, licantropi, demoni di ogni genere.


  • Blood Ties è una serie televisiva canadese del 2007 / 2008 di genere urban fantasy un po' horror, basata sui racconti dei Blood Books di Tanya Huff, editi in Italia dalla casa editrice Delos Books, composta da due stagioni (la prima da 12 episodi e la seconda da 10). La trama narra vari casi misteriosi e soprattutto sovrannaturali seguiti dal detective privato Vicky Nelson. Ad aiutarla c'è il fumettista Henry Fitzroy, il quale nasconde un grande segreto... o meglio due segreti. Lui è un vampiro ed è il figlio illegittimo del Re Enrico VIII d'Inghilterra.

Aggiungo un punto extra perché non so se considerare il seguente titolo una vera serie tv...


Prehistoric Park è una sorta di finto documentario inglese del 2006, composto da sei episodi. Questo programma vedo lo zoologo Nigel Marven (zoologo che interpreta veramente se stesso) attraversare in ogni puntata una sorta di "portale magico" che lo teletrasporta nella preistoria all'epoca dei dinosauri. Il suo compito è prelevare alcuni esemplari per salvarli dall'estinzione, portandoli al Prehistoric Park.


Voi conoscevate queste serie tv?
E quali sono le serie tv che voi conoscete, ma che sono sconosciute per molti?

Buona visione!

giovedì 21 febbraio 2019

Conosci il Blog... L'ennesimo Book Blog

Conosci il Blog...
L'ennesimo Book Blog


Buongiorno lettori,
eccomi con una nuova puntata della rubrica: "Conosci il Blog...".
(Per chi non la conoscesse, presento i blog che frequento con un'intervista diretta ai loro blogger per conoscerli meglio).

Oggi conosciamo "L'ennesimo Book Blog" (https://ennesimobookblog.blogspot.com/).
Si tratta - come dice il suo stesso nome in modo ironico - di un blog letterario gestito da Federica... quindi diamole un grande Benvenuto ed eccovi l'intervista per conoscere meglio lei e il suo blog.


1 - Raccontaci di te.
Non c'è molto da dire, adoro leggere da sempre, sono piuttosto asociale e tendo a starmene per conto mio, amo camminare e fare foto, mi piace cucinare e sono un po' nerd.

2 - Quando e perché hai aperto il tuo blog?
Il blog è stato aperto ad ottobre 2016, avendo partecipato a diverse challenge di lettura ho incontrato blogger stupende che sono diventate amiche a distanza, in particolare una che mi ha spinta verso questo mondo di parole. Mi piace parlare di quello che leggo e soprattutto mi piace confrontarmi con altri che hanno la mia stessa passione.

3 - Di cosa parli in prevalenza nel tuo blog?
Prevalentemente libri, un po' di tutti i generi. Ci sono anche accenni a film e musica (altre mie grandi passioni) soprattutto se collegate ai libri.

4 - Con quale frequenza ti occupi del tuo blog?
Non dico ogni giorno ma quasi. Appena ho un attimo rispondo ai commenti e cerco di preparare le recensioni appena termino i libri.

5 - Prepari in precedenza i tuoi post, seguendo magari una scaletta settimanale, o scrivi di getto quando capita?
Vivo di programmazione, finisco il libro, scrivo la recensione e magari la programmo per la settimana dopo, non voglio pubblicare ogni giorno, preferisco alternare i post, e al mercoledì ho fisso il WWW.

6 - C'è qualcosa che hai imparato grazie al tuo blog?
Beh, per la prima volta sto tenendo vivo un impegno costante da anni, non ho mai portato veramente a termine nulla, una volta raggiunto un obiettivo di solito mi stufavo. In più ho conosciuto tantissime persone stupende, amiche vere che ho anche frequentato nella vita reale (anche se poco perché un po' lontane).

7 - Cosa consigli a chi vorrebbe aprire un blog?
Di non cercare i numeri, di farlo per passione ma senza l'accanimento del cercare un beneficio economico. Non è un lavoro, è una passione. Personalmente non ho aperto il blog per ricevere omaggi o copie di libri, lo faccio perché mi piace, lo aggiorno con letture scelte da me e che spesso in pochi conoscono ma a me piace così.

8 - Hai mai pensato di chiudere il tuo blog? Se sì, perché?
Qualche volta è capitato, quando non ho voglia di scrivere, quando non sono motivata a volte ci penso, però poi mi dico che al limite fermo il blog per qualche giorno/settimana.

9 - C'è un blog – di qualsiasi tipo – che consigli? Se sì, perché?
Ce ne sono diversi, sicuramente The Ink Spell che è uno dei blog che seguo di più, con Jessica ho instaurato un bellissimo rapporto d'amicizia e mi trovo benissimo a parlare di libri. Ha un sacco di rubriche interessanti non solo per i libri, perché è anche una grafica bravissima! https://theinkspell.blogspot.com/

10 - Dove possiamo contattarti (e- mail, pagine social, ecc.)?
Non ho una e-mail associata al blog, ma sono su


Non leggo e non segnalo su richiesta, ma sono disponibile a collaborare con altri blogger, e se cercate consigli sono volentieri disponibile a parlare di libri 😉


Grazie Federica per aver partecipato a questa rubrica, ne sono molto contenta... e spero che siate contenti anche voi lettori.
Se non conoscevate questo blog vi consiglio di andare a visitarlo, come avrete letto, ci sono tanti post interessanti a tema libroso :)


Buona lettura!

mercoledì 20 febbraio 2019

Segnalazione: Ti do una zampa di Giulianna D'Annunzio

Segnalazione:

Ti do una zampa

di
Giulianna D'Annunzio



Buong
iorno lettori,
oggi torno a parlarvi di Giulianna D'Annunzio (già conosciuta per il romanzo Il Gentilcane). Oggi vi parlo di: "Ti do una zampa".


Biografia:
Giulianna D'Annunzio è insegnante di educazione fisica e istruttrice di fitness. Sposata e madre di due ragazzi, la sua famiglia è arricchita di piccoli amici a quattro zampe, fonti di ispirazione per racconti, filastrocche, haiku e romanzi. Esordisce nella narrativa con Il Gentilcane (2015), edito da Spunto Edizioni. Successivamente, la stessa casa editrice pubblica Ti do una zampa (2017) e Un gatto randagio ma non troppo (2018). Ultima pubblicazione è La Grotta del Tempo.



Genere: romanzo narrativa
Editore: Spunto Edizioni
Data di pubblicazione: 1 gennaio 2017
Numero pagine: 216
Prezzo cartaceo: 13,00€
Link per l'acquisto su Amazon:






Sinossi:
Giulianna D'Annunzio torna con un nuovo romanzo che racconta l'amicizia tra persone e animali. Tre fratelli con i loro familiari, tra cui il gatto Shorty e il cocker Duke, sono alcuni dei tanti protagonisti di "Ti do una zampa", grazie al quale l'autrice ci svela come cani e gatti possano aiutare le persone a capire se stesse, a comprendere gli altri, ad avvicinarsi fra loro, a creare legami e nuove amicizie, a superare barriere psicologiche e a infondere forza per vivere nuove avventure. Una storia per capire come tutto può risultare più facile se un nostro amico peloso ci da una zampa!

Eccovi anche un estratto:

Perché ridi? Scusa hai detto parco? Allora c’è da correre! Andiamo, andiamo. Corri anche tu, dai! Possibile che oggi sia così lenta? Che ti succede? Ti devo trainare, per caso D’accordo. Tirerò forte il guinzaglio così facciamo prima. Ancora poco e ci siamo.
Finalmente arrivati. Mi puoi togliere questo coso, adesso!
Libero! Zig zag, zig zag, scatto, blocco, scatto, cambio direzione, sedere per aria, zampe anteriori tese, scodinzolio, gioia immensa, lingua fuori... Gioca con me! Ti accovacci e apri le braccia. Sì! Corro verso di te, ti salto addosso e ti faccio cadere. Ti lecco la faccia. Tu ridi e la giri dall’altra parte, allora ti lecco anche di là. Tu ridi e dici: «Basta», ma non ti credo. Perché dici il contrario di quello che vuoi?


Anche da questo romanzo sono molto incuriosita, e voi?

Buona lettura!

martedì 19 febbraio 2019

Intervista all'autore... Jennifer Winchester Barrett

Intervista all'autore...
Jennifer Winchester Barrett


Buongiorno lettori,
per questa rubrica oggi vi presento Jennifer Winchester Barrett.

Diamole un grande Benvenuto ed eccovi l'intervista.


1 - Raccontaci di te.
Ciao e grazie per il tuo interesse. Il mio nome è Jennifer Winchester Barrett. Sono nata in California a Del mar da padre americano e madre italiana di origini abruzzesi. Sono laureata in lettere e vivo a Roma. 

2 - Quando è nata la passione per la scrittura?
Ho iniziato a scrivere quando avevo dieci anni, seduta sotto l'albero della mia casa negli USA che purtroppo è stato poi colpito da un fulmine. 

3 - Quali sono i libri e / o racconti che hai pubblicato finora?
Ho pubblicato La moglie del medico, C'incotrammo in un sogno, La mia vita tra gli zombie: cronaca di un contagio e Il risvegli del faraone. In realtà ne ho scritti molti di più ma non li ho ancora pubblicati. 

4 - Da cosa trai ispirazione per le tue storie?
Per scrivere trovo ispirazione soprattutto nella musica e dai telefilm. 

5 - I personaggi sono meramente inventati o ricalcano qualche persona reale?
Non scrivo mai di persone o fatti reali. Preferisco inventare anche perché scrivo perlopiù di horror e paranormale. Più raramente di generi romantici. 

6 - Cosa ne pensi del self publishing?
Ho una buona opinione dell'autopubblicazione perché ha aperto le porte a tutti. Viviamo un momento più meritocratico nel mondo dell'editore. È il pubblico che giudica e non una casa editrice. Certo. Rimane il sogno di tutti poter far parte di un editore più che altro per la presenza sicura nelle librerie, purché si tratti di un grande editore. 

7 - Se a tua volta sei un autore self curi da solo ogni fase di pubblicazione o ti avvali di qualche collaboratore (esempio: agenzie letterarie, correttori di bozza, illustratori, ecc.)?
Come autrice faccio tutto da me. Ogni aspetto, anche la copertina. 

8 - Cosa ne pensi delle case editrici a pagamento?
Io stessa facevo il tirocinio in una casa editrice a pagamento e lì ho visto quanto si possa guadagnare con i sogni di noi autori. Si sborsa tanto per avere in cambio nulla. Neanche la presenza nelle librerie locali che sbattevano la cornetta in faccia a noi tirocinanti quando capivano da parte di chi telefonavamo. 

9 - Ultimamente stai lavorando a qualche nuova opera?
In questo momento sto scrivendo un libro che tratta una storia d'amore un po' complessa . È un territorio nuovo per me visto che fa l'occhiolino al genere erotico di questi ultimi anni ma del tutto diverso. 

10 - Come concili la passione per la scrittura con la vita personale e quotidiana?
La mia vita privata è soprattutto la mia scrittura. Scrivo mentalmente anche quando lavoro. 

11 - A quale autore / autrice ti ispiri, se ti ispiri?
Il grande maestro di scrittura per me è Stephen King e mi dispiace vedere che nei film tratti dai suoi libri manca del tutto la parte psicologica, la sofferenza interiore dei personaggi e si esalta solo la parte horror. Cosa che accade nel mio libro preferito Il cimitero degli animali. Nel film manca del tutto l'emotività dei genitori che assistono alla morte del figlio e ciò che ne comporta. 

12 - Qual è il tuo libro preferito?
"Il cimitero degli animali" di Stephen King.

13 - Cosa ne pensi del mondo dell’editoria in generale?
Già risposto tra le domande 6 e 8.

14 - Dove possiamo contattarti (e- mail, pagine social, blog personale, ecc.)?
In conclusione ti ingrazio Ilaria e scusa se ho scritto troppo.
I miei contatti social sono @JenniferWBarret su Twitter, sono anche su Instagram e questo è l'indirizzo del mio blog http://jennifereilsognonelcassetto.blogspot.com/?m=1.


Grazie infinite Jennifer per aver accettato questa intervista. Ne sono proprio contenta e ti capisco quando dici "La mia vita privata è soprattutto la mia scrittura. Scrivo mentalmente anche quando lavoro", pensa che io anche quando esco la sera con i miei amici a volte mi guardo intorno e mi metto a fissare le persone, immaginando scene per i miei romanzi.
Spero che sia piaciuta anche a voi e fatemi sapere se conoscevate questa brava autrice e se avete letto i suoi libri.


Buona lettura!

lunedì 18 febbraio 2019

CENERE SULLA BRUGHIERA di FRANCESCA DE ANGELIS

CENERE SULLA BRUGHIERA
di
FRANCESCA DE ANGELIS


Genere: romanzo narrativa

Edizione: Arduino Sacco (2016)


Buongiorno lettori,

se amate il romanzo "Cime Tempestose" di Emily Brontë sono sicura che apprezzerete anche "Cenere sulla brughiera", nel cui finale si possono trovare tracce di ispirazione pure del noto film "Il corvo".
La protagonista Catherine Barret, chiamata così proprio in onore del celebre libro della Brontë e che adora, è un'adolescente nata nella brughiera dello Yorkshire. Orfana dei genitori cresce con la zia Clarisse e la nonna Mary, ma sono costrette a emigrare e cercare di farsi una vita negli Stati Uniti.
La tragedia non ha fine (e in questo libro è proprio infinita). Nonna Mary muore e zia Clarisse si ammala, perde il lavoro ed è costretta ad andare in ospedale. Gli assistenti sociali si intromettono nella loro vita e affidano Cathy a una coppia, i Finch, che vuole prendersene cure... ma in realtà vogliono (o almeno la signora Finch) solamente i soldi per il mantenimento. Infatti a Cathy viene data una stanzina, sporca, piccola e viene maltratta in continuazione, sia psicologicamente che fisicamente.
Cathy cambia anche scuola, e tra professori e compagni di classe, pare che nessuno dimostri un po' di simpatia per la protagonista, solamente tanta indifferenza e crudeltà.
L'unico che si avvicina a Cathy è Logan Singfield, un compagno di classe, anche lui vittima di scherzi e battute pesanti.
Tra i due si sviluppa una forte amicizia, che sboccia in amore, eppure saranno costretti a separarsi... e la vita di Cathy peggiora drasticamente!
Questo è un romanzo che mi ha lasciato senza parole!
Una storia più drammatica e triste di questa non l'avevo mai letta.
Prendete le sfortune di Catherine EarnshawOliver Twist, David Copperfield, e di tanti altri e mettetele assieme, beh non raggiungerete mai quelle provate dalla sola protagonista di questa storia.
Niente va nel verso giusto, e forse è perché la trama è così angosciante e ingiusta che spinge il lettore a continuare nella speranza che qualcosa di buona accada alla piccola Cathy. Si arriva così al finale... ancora più spietato dell'inizio!
Non avevo proprio immaginato una storia del genere.
Lo stile dell'autrice è molto particolare: la trama si svolge nel tempo presente, ma nel mondo in cui Francesca De Angelis narra le vicende e soprattutto grazie ai dialoghi molto elaborati, sembra che il tutto sia ambientato secoli prima, proprio come le vicende di "Cime Tempestose".
I personaggi sono descritti magnificamente, sia nell'aspetto che nel carattere, riuscendo perfettamente a immaginarseli. Ciò che forse stona un po' è l'appunto che tutti quanti appaiono cattivi e indifferenti con la protagonista, lasciamo pure stare i Finch, ma anche a scuola tutti i professori, la preside, i compagni, i vicini! Questo mi pare un po' forzato.
Per correttezza devo aggiungere anche che quella che ho letto io è una bozza del romanzo, perciò spero che prima della stampa sia stata revisionata e corretta, perché ci sono diversi errori e refusi, e questi a volte distolgono troppo l'attenzione dalla trama.
In conclusione ve lo consiglio, perché la storia anche se ispirata a "Cime Tempestose" e "Il Corvo" è originale e sa appassionare da subito il lettore.
Complimenti Francesca e grazie per avermi fatto leggere il tuo libro!


Buona lettura!


VOTAZIONE

TRAMA           
PERSONAGGI
COPERTINA    
TITOLO           
SINOSSI         


Link all'acquisto su Amazon: