Informazioni personali

La mia foto
Ilaria Vecchietti, autrice del racconto "L'ultima chance...", e dei romanzi fantasy "L'Isola dei Demoni" e "L'Imperatrice della Tredicesima Terra".

venerdì 3 luglio 2020

IL SENTIERO di FRANCESCA MAIER

IL SENTIERO
di
FRANCESCA MAIER


Genere: raccolta di poesie

Edizione: Controluna Edizioni (2020)


Buongiorno lettori,

anche se non sono un'esperta, ogni tanto mi piace leggere qualcosa di diverso dai romanzi, come le poesie... quindi eccomi qui a parlarvi di una nuova raccolta poetica.
"Il sentiero" di Francesca Maier è una splendida raccolta di poesie di tutti i tipi.
Poesie che parlano della natura, della vita quotidiana, del lavoro, degli hobby, dei sentimenti. Poesie più o meno lunghe, con pochi versi o con diverse strofe.
Non mi soffermo sulla metrica usata perché ciò che mi piace delle poesie è la capacità di emozionare... e Francesca ci riesce completamente!
L'autrice riesce a emozionare il lettore con poche parole, portandolo in un mondo quasi magico, lontano dalla realtà, un mondo leggero e appunto poetico. Sembra di essere nel mondo dei sogni.
Se anche voi amate le poesie non fatevi perdere questo libro, adatto anche a chi vuole cominciare a sperimentare questo genere di lettura.
Non ve ne pentirete!


Buona lettura!



VOTAZIONE


Link all'acquisto su Amazon:

giovedì 2 luglio 2020

Segnalazione: I luoghi oscuri del cuore di Jill Barnett

Segnalazione:
I luoghi oscuri del cuore
di

Jill Barnett



Buongiorno lettori,
eccovi "I luoghi oscuri del cuore" il nuovo romanzo di Jill Barnett, edito Babelcube Inc., tradotto da Marianna N..
Jill Barnett la conosciamo già per i romanzi Un’adorabile sognatrice, Una ragazza incantevole, Un Cavaliere Tutto Suo (titolo originale: "A Knight In Tarnished Armor") e Grace l’Indomita (titolo originale: Saving Grace), tutti tradotti da Isabella Nanni ed editi da Babelcube.
In più le novelle natalizie "Daniel e l’Angelo", tradotta da Marianna N., "L'eroe di Eleanor" e "Penny portafortuna", tradotte da Isabella Nanni.


Biografia:
JILL BARNETT incanta i lettori con il suo mix di storie originali fatte di amore e risate. Publishers Weekly ha dato al suo libro, Il cavaliere dei miei sogni (I Romanzi Mondadori), un’opinione stellare, definendolo “esilarante... I suoi personaggi sono gioiosi e freschi, il suo stile è piacevole da leggere, come un raggio di sole estivo.” Detroit Free Press al libro Joy la strega (I Romanzi Mondadori), uno dei migliori libri dell’anno, hanno dichiarato, “La Barnett ha uno stile fantastico perché con una battuta riesce a dare vita a una storia d’amore.” Tutti gli altri suoi libri hanno avuto il plauso della critica e da allora sono apparsi nelle classifiche dei bestseller del New York Times, USA Today, Publishers’ Weekly, il Washington Post, Barnes and Noble e Waldenbooks, che ha assegnato a Jill il premio National Waldenbooks. Ne sono state stampate 7 milioni di copie e le sue opere sono state pubblicate in 21 lingue. Jill vive con la sua famiglia nel Nord-Ovest del Pacifico.



Genere: Romanzo contemporaneo
Editore: Babelcube Inc.
Traduzione di Marianna N.
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2019
Numero pagine: 403
Prezzo ebook: 5,77€
Link per l'acquisto su Amazon: 





Sinossi:
L’autrice bestseller del New York Times, Jill Barnett trascina i lettori nella calda costa della California in una storia profondamente commovente sul potere del perdono.

Una sera fatidica cambia la vita e il destino di tre donne innocenti: Kathryn, Laurel e Julia Peyton quando incrociano la strada del ricco magnate del petrolio californiano Victor Banning e i suoi nipoti Jud e Cale, che ha allevato per diventare proprio come lui: predatori affamati in un mondo uomo-mangia-uomo... Almeno fino a quando non incontrano una giovane donna di nome Laurel Peyton e tra loro cambia tutto.

Dicono de I luoghi oscuri del cuore:
“Ritmo veloce e provocatorio… I luoghi oscuri del cuore è un romanzo potente sul destino, le scelte, i legami familiari, e il modo in cui sono tutti connessi con le nostre vite.”

“Jill Barnett accompagna i lettori in un viaggio sapientemente scritto e profondamente emotivo nei recessi più oscuri del cuore umano.”
—L’autrice de Una scelta impossibile bestseller del New York Times, Susan Elizabeth Philips

“Tragedia, vendetta, amore e ossessione sono le forze in gioco in questa storia avvincente. Piena di indimenticabili personaggi e turbolenti passioni di cui i lettori ne parleranno a lungo dopo aver finito il libro.”
—L’autrice di Primadonna acclamata e premiata dalla critica, Megan Chance

“I lettori che cercano una lettura con i fiocchi la troveranno leggendo questo libro magistrale.”
Romantic Times
“La Barnett ha un innato senso dell’umorismo. I suoi personaggi sono freschi e briosi e il suo stile è piacevole da leggere, una ventata di aria fresca.”

Publishers Weekly


Eccovi anche un estratto:
PRIMA PARTE

1951
Un’offesa è il trasferimento ad altri del degrado che portiamo dentro di noi.
—Simone Weil

CAPITOLO 1

California del Sud
Le serate calde e senza vento erano la norma a Los Angeles, un luogo dove quasi tutto era una messinscena e il clima raramente si faceva notare. Lì, a essere sotto i riflettori erano gli eventi e le persone. Quasi tutte le sere i riflettori illuminavano il cielo da qualche parte in città. Quella sera, di fronte alla Galleria d’Arte La Cienega. C’erano tutti i frequentatori abituali delle mostre d’arte, nomi presenti nelle cronache mondane, antichi e nuovi ricchi, insieme a poeti esistenzialisti e bohémien che riempivano ogni caffetteria da Hollywood a Hermosa Beach.
Noti critici d’arte chiacchieravano di prospettiva e significati, discutevano del messaggio sociale. Adoravano l’artista, una donna vibrante ed esotica le cui enormi tele erano piene di violenti schizzi di colore, e scrivevano del suo lavoro in termini lusinghieri e audaci quanto le opere stesse, paragonandola agli espressionisti astratti come Pollock e de Kooning. Rachel Espinosa era la beniamina della scena artistica di LA, e la moglie di Rudy Banning.
Rudy arrivò in ritardo alla mostra, dopo aver bevuto per tutto il pomeriggio. Suo padre aveva ragione, era un idiota, una cosa che era più facile da ingoiare se accompagnata da una bottiglia di scotch. I riflettori erano spenti quando parcheggiò l’auto fuori dalla Galleria. Una volta dentro, si appoggiò alla porta d’ingresso per riprendere l’equilibrio.
Una coltre di fumo di sigaretta aleggiava sulla marea di baschi neri, cappelli di feltro grigi e chignon. In un angolo, una piccola band suonava uno strano mix di calypso e jazz: una contaminazione tra Harry Belafonte e Dave Brubeck. Il liquore scorreva, c’erano pile di sigarette a ogni pochi metri su alti piedestalli d’argento, e il catering era catalano, insolito, ma utilizzato per suffragare la bugia che sua moglie, Rachel Maria-Teresa Antonia Espinosa, facesse parte dell’alta aristocrazia spagnola. Quella era la sua sera e il suo tocco era ovunque.
Rachel era dall’altra parte della sala, sotto un faretto e davanti a uno dei suoi pezzi più grandi e più recenti, il Ginsberg Howls. La folla la circondava, ma quasi tutti restavano a un metro di distanza, come se avessero paura di avvicinarsi troppo a una simile icona. Un giornalista del Los Angeles Times la stava intervistando, mentre un fotografo con le maniche arrotolate le girava intorno, scattando foto con i flash diretti e accecanti.
Rachel si girò verso la macchina fotografica, assumendo una posa accuratamente studiata che Rudy le aveva già visto fare prima: braccio sollevato, un bicchiere da martini con tre cipolline in mano. Stasera era vestita in arancione brillante. Sapeva bene qual era il suo posto in quella stanza.
Rudy si servì da bere da un vassoio retto da un cameriere di passaggio, poi tracannò il whiskey prima di arrivare a tre metri da lei. All’inizio lei non lo vide, poi si voltò con istintiva repentinità e lo guardò dritto negli occhi. Ciò che successe in quel momento fu solo un pallido ricordo di quello che era stato un tempo, i giorni in cui uno sguardo dall’altra parte di una stanza avrebbe fatto sparire tutto ciò che avevano intorno. L’espressione di sua moglie si addolcì, finché lui non mise il bicchiere vuoto su un vassoio di passaggio afferrandone un altro pieno e poi sollevò sarcasticamente il bicchiere e lo svuotò mentre lei lo guardava senza lasciar trasparire nulla.


Interessante.
Voi cosa ne pensate?

Buona lettura!

Segnalazione: Piccoli miracoli a Casa Glicine di Lisa Bresciani

Segnalazione:
Piccoli miracoli a Casa Glicine
di
Lisa Bresciani


Buongiorno lettori,
per la collana Io me lo leggo vi segnalo il romanzo "Piccoli miracoli a Casa Glicine" di Lisa Bresciani.



Genere: romanzo storico
Editore: Io me lo leggo
Data di pubblicazione: 20 marzo 2020
Numero pagine: 86 (illustrato a colori)
Prezzo ebook: 1,99€
Prezzo cartaceo: 12,50€
Link per l'acquisto su Amazon: 






Sinossi:
Nel verde e magico Yorkshire in un piccolo cottage, Casa Glicine, vivono due sorelle: Lilyrose, la maggiore, e la piccola Winter. Aspettano il ritorno a casa di Pà Bo, marinaio e ormai lontano da alcuni mesi. Tra una passeggiata in aperta campagna e un dolce, crescono e affrontano la vita con piccoli gesti d’amore: un dono inaspettato, un sorriso o una tazza di tè caldo. Una storia dai toni dolci e fiabeschi che alterna momenti malinconici e riflessivi con la sicurezza che a tutto vi è un rimedio quando si ha l’ingrediente più importante a portata di mano: un pizzico di amore. E’ un romanzo breve destinato ai bambini, ma anche a tutti coloro che vogliono vivere una favola d’altri tempi e un’avventura che profuma di torte, fiori selvatici e tè aromatizzati. 


BREVI CITAZIONI DAL LIBRO
Quando Lilyrose uscì fuori per innaffiare le sue adorate piante, vide che il glicine si era completamente vestito del suo manto lilla. Non era giunta la primavera al cottage, finché il glicine non fosse fiorito. Ora Lilyrose, lo sapeva con certezza. La primavera era arrivata e aveva portato con sé una dolce brezza

Perdersi è la chiave per aprire la porta nascosta nel profondo del nostro cuore


Per Lilyrose la sveglia suonava molto presto ... solitamente all’alba e, anche quella mattina, fu così. D’altronde c’erano sempre molte cose da fare in un cottage in aperta campagna. Proprio lì, nello Yorkshire più verde e romantico, in un luogo che profumava ancora di tè speziato e marmellate, si trovava Casa Glicine, un’abitazione in pietra, dal soffitto basso e il camino sempre fumante.
E non dimentichiamo l’antico e odoroso Glicine che scendeva a cascata lungo il muro e dava il nome alla casa.

Il cottage, formato da quattro stanze, era stato arredato con mobili in legno verde acqua su
cui ovunque si trovavano vecchi libri e candele profumate. All’esterno, adagiati sul ripiano delle finestre, vi erano tanti vasetti colorati in cui crescevano rosmarino, basilico, salvia e prezzemolo.



Molto carino, cosa ne dite?

Buona lettura!

mercoledì 1 luglio 2020

Segnalazione: La Coscienza di Cain Il fattore scatenante di Constance S.

Segnalazione:
La Coscienza di Cain
Il fattore scatenante
di
Constance S.



Buongiorno lettori,
per la Genesis Publishing eccovi il romanzo "La Coscienza di Cain - Il fattore scatenante" di Constance S., seguito del romanzo La Coscienza di Cain - Il Patto.



«Promettimi che tornerai» disse Alexandra, corrugando la fronte. «Gli Ingannatori di anime mantengono sempre la parola data, giusto?»
“Giusto, ma non stavolta.”

Chi di voi ha amato Cain, l'Ingannatore di anime protagonista della saga urban fantasy "La coscienza di Cain"?
Se avete letto il primo volume "Il Patto", sarete lieti di sapere che da oggi potrete immergervi nel prosieguo della sua storia.
"La coscienza di Cain - Il fattore scatenante" di Constance S. è disponibile in ebook e cartaceo nei migliori Store online
e prestissimo anche in Libreria con YouCanPrint!


Biografia:
E' Stefania Costanzo. Vive stabilmente a Cesena ma nasce a Winterthur, in Svizzera, luogo che le rimane nel cuore.
Amante dei viaggi, della natura e dello yoga, si definisce romantica, sognatrice e perennemente con la testa tra le nuvole.
La sua passione per la scrittura, nata durante adolescenza, sfocia nella pubblicazione di svariati racconti brevi e del suo romanzo d’esordio dal titolo Il patto primo volume della saga urban fantasy La coscienza di Cain (2018, Genesis Publishing).
Scrivere è per lei naturale come respirare, un modo per trasmettere e ricevere emozioni.
Ama lasciarsi trasportare dalla fantasia, per questo motivo non pianifica nulla e non sa cosa accadrà nelle sue storie fino al momento in cui le scriverà. Ama curare i dettagli per trasportare il lettore all’interno del libro e dedica attenzione a ogni suo personaggio, affinché venga compreso in ogni sfaccettatura. Il fattore scatenante è il secondo volume della saga che ha per protagonista Cain, spietato Ingannatore di anime tormentato da una scelta difficile.



Genere: romanzo urban fantasy
Editore: Genesis Publishing
Data di pubblicazione: 10 giugno 2020
Numero pagine: 320
Prezzo cartaceo: 11,60€
Prezzo ebook: 3,99€
Link per l'acquisto su Amazon: 







Sinossi:
«Promettimi che tornerai» disse Alexandra, corrugando la fronte.
«Gli Ingannatori di anime mantengono sempre la parola data, giusto?»
“Giusto, ma non stavolta.”

Il seme della consapevolezza si è ormai radicato in Cain.
Qualcosa era già cambiato nell’Ingannatore di anime, facendogli provare sentimenti sconosciuti. Col tempo, aveva imparato a gestirli. Era in grado di seppellire quelle sensazioni e di ignorare i segnali del cambiamento, mantenendo il controllo.
Ma ora non può più fingere. Una terribile tragedia giunta come un fulmine a ciel sereno è il fattore scatenante che getta l’Ingannatore di anime nel caos.
Il dolore è un tizzone ardente piantato nel suo cuore di tenebra. Cain si graffia il petto con gli artigli, ma non riesce a liberarsi del rimorso.
Gli argini si sono rotti. Cain non è in grado di gestire le emozioni che lo travolgono come un fiume in piena, rischiando di farlo impazzire.
Per la prima volta è costretto a chiedere aiuto. Da solo non può farcela e non riesce più a tenere a freno l’attrazione che prova nei confronti di Alexandra.
La vuole disperatamente. Anche se è sbagliato.
L’Ingannatore di anime ha fatto la sua scelta, ma gli errori si pagano e quando il destino presenta il conto, Cain non si sottrae alle proprie responsabilità. È disposto a tutto pur di proteggere Alexandra dalle grinfie degli spiriti antichi a cui lui stesso l’ha promessa.
Tuttavia, ancora non sa che un misterioso Riequilibratore, giunto da un’epoca remota, lo sta osservando attraverso le fiamme del fuoco sacro della redenzione.


Molto interessante, cosa ne pensate voi?

Buona lettura!