Informazioni personali

La mia foto
Ilaria Vecchietti, autrice del racconto "L'ultima chance...", e dei romanzi fantasy "L'Isola dei Demoni" e "L'Imperatrice della Tredicesima Terra".

mercoledì 14 agosto 2019

Segnalazione: Il sentiero della Strega di Maddalena Tiblissi

Segnalazione:

Il sentiero della Strega

di

Maddalena Tiblissi


Buongiorno lettori,
per la collana Starlight (Pubme) eccovi il romanzo: "Il sentiero della StregadMaddalena Tiblissi.


Biografia:
Maddalena Tiblissi viene da un’isola, la Sardegna. Le sue radici le permettono di sentirsi cosmopolita. Di solito scrive di notte perché più ispirata e questo le permette durante il giorno di uscire con gli amici, di fare yoga, meditazione e dipingere (è anche pittrice).
Ha pubblicato in self publishing due libri di fiabe nel 2014: “Le sette principesse”, fiaba per bambini con illustrazioni di Giuliana Serano e “Tre fiabe di maggio”, fiaba per bambini illustrata con acquerelli.
L’orecchino perduto” è un suo racconto pubblicato da Elister Edizioni nel 2016.
Il senso dell’amore” un racconto pubblicato da Lettere Animate nel 2016.
I romanzi: “Una donna misteriosa” pubblicato da Lettere Animate nel 2017.
Immagini ed emozioni” pubblicato da Betelgeuse Edizioni nel 2018.



Genere: romanzo fantasy
Editore: collana Starlight (Pubme)
Data di pubblicazione: 19 aprile 2019
Numero pagine: 235
Prezzo cartaceo: 13,00€
Prezzo ebook: 1,99€
Link per l'acquisto su Amazon:






Sinossi:
“Si sa che i talenti, benché repressi, prima o poi riaffiorano, perché l’anima non può essere messa a tacere e non si può sfuggire a se stessi.”
I capelli rossi, la pelle candida e gli splendidi occhi chiari di una ragazza che sembra tanto una ninfa del bosco, immersa nella neve con una mantella addosso, sono raffigurati in una fotografia che Duccio ha immortalato con stupore, durante una delle sue gite fuori porta. Non può far altro che ammirarla e pensare a quella sconosciuta che in un attimo è sparita dalla sua visuale, quasi per magia. L’esigenza di ritrovarla, unita al senso di soffocamento per la vita che conduce, lo spinge un bel giorno a partire, finalmente libero di poter fare quello che ama di più: viaggiare e scrivere articoli, con la sua macchina fotografica sempre in mano.
Elizabeth, una ragazza irlandese che vive in una casa al limitare del bosco nei pressi di Stigliano, antico paese della Basilicata, esercita un mestiere tanto arcaico quanto affascinante: quello della tessitrice. Un giorno sta vendendo le sue stoffe a Matera quando entra in contatto con Sofia, una donna che dice di essere una Strega. È lei a prenderla per mano e accompagnarla in un mondo permeato di magia, insegnandole tutto ciò che la sua anima sentiva già da tempo e spingendola verso un sentiero di conoscenza e trasformazione personale. Tanti sono i pericoli che sta correndo Elizabeth ed esserne cosciente è l’unico modo per riportare alla luce i fili della sua esistenza che altri vorrebbero oscurare. C’è solo un sentiero che può percorrere per ritrovare le sue origini e sconfiggere chi vuole farle del male.
“Quando tu esprimi un desiderio dal profondo del tuo essere è come se inviassi l'idea al Cosmo, che s’incarica di comporre gli “ingredienti” e realizzare il tuo desiderio, che a volte non sarà proprio come quello che volevi, a volte invece sì... perché il Cosmo è più preciso di noi e sa perfettamente cosa occorre alla nostra anima.”
Un fantasy che unisce tradizioni mai dimenticate, un amore delicato, una minaccia costante e un percorso necessario per tessere i fili della propria vita.


Tutto comincia così...
Nella contrada dell’Oca a Siena, seduto davanti al suo computer, Duccio fissava con interesse una foto scattata una settimana prima, quand’era in vacanza. Tanto era assorto in quell’osservazione, che non si accorse di chi stava osservando lui. In piedi, alle sue spalle, il direttore della società informatica per la quale lavorava stava guardando da qualche minuto col suo stesso interesse sia lui che la foto. «Bello scatto. Complimenti».
Sorpreso, Duccio si voltò. «Grazie, direttore».
«Conoscevo la sua passione per la fotografia ma non pensavo che riuscisse a cogliere un soggetto in modo tanto spontaneo».
«Grazie ancora, adesso mi confonde».
«Si figuri… chi è, una sua amica?»
«Eh… magari. Non la conosco nemmeno. Ero lì a fotografare il bosco con la neve e avrei voluto immortalare che so… un camoscio o un cervo. Invece mi è apparsa lei. Ci siamo guardati e io, che avevo pronto l’obiettivo, ho subito scattato, altrimenti avrei perso quell’attimo. Sì, perché poi la ragazza, investita dalle folate di vento che sollevavano la neve, è scomparsa. Giuro che se non l’avessi fotografata penserei a uno scherzo della mia fantasia, un sogno a occhi aperti o una visione. Non so come altro definirlo».
Il direttore rise, prima di riprenderlo. «Ora non ci pensi più e si concentri su quello che stava facendo».
“È una parola”, pensò Duccio. «Certo, non si preoccupi. Comunque mi riprometto di tornare a cercarla il prima possibile».
«Beh, per un motivo del genere le darò senz’altro qualche giorno di ferie», disse il direttore, tra il serio e il faceto.
“E non solo quelle”, si disse Duccio. «Farò gli straordinari, glielo assicuro».
«Accordato». Il direttore si allontanò e Duccio sorrise. Stava già pensando a come organizzare il suo prossimo viaggio in quella che si ostinava a chiamare Lucania per una sorta di suggestione poetica.



Adoro i fantasy, quindi lo leggerò ;)

Buona lettura!

4 commenti:

  1. Ciao Ilaria :o) L'ambientazione è suggestiva e la storia interessante. Aspetto di leggere il tuo parere ;o) Buon ferragosto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo!
      Spero di leggerlo molto presto.
      Buone vacanze :)

      Elimina
  2. ciao, mi sono segnata il titolo. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere la tua opinione una volta letto.
      Buon fine settimana a te :)

      Elimina