Informazioni personali

La mia foto
Ilaria Vecchietti, autrice del racconto "L'ultima chance...", e dei romanzi fantasy "L'Isola dei Demoni" e "L'Imperatrice della Tredicesima Terra".

venerdì 18 gennaio 2019

Segnalazione: Sangue del Nord Trondheim Sagen di Andreas Hennen

Segnalazione:

Sangue del Nord

Trondheim Sagen

di

Andreas Hennen



Buo
ngiorno lettori,
oggi torno con un romanzo di Andrea Gallina, in arte Andreas Hennen: "Sangue del Nord", facente parte della saga Trondheim Sagen, di cui vi avevo già segnalato in passato i primi due volumi: "Tumulto della terra” e “Marea verde”.


Biografia:
Andrea Gallina, in arte Andreas Hennen, è un designer laureato presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Ha lavorato come grafico fin quando il fato non ha sentenziato un differente cammino, facendogli intraprendere il contorto tunnel della scrittura.
Da anni segue con crescente interesse il panorama del genere Fantasy, trovandolo una forma di chiara espressione artistica, la libera porta per far dono della propria preziosa fantasia a chi sia disposto a leggere e comprendere.
Unendo la conoscenza derivante da anni di interessamento al settore storico militare e le splendide immagini evocative concesse dalla scrittura, ha deciso di principiare la realizzazione della Trondheim Sagen, oggi giunta al terzo tomo in lingua italiana e al primo tradotto in lingua inglese.

Genere: romanznarrativa / fantasy / epica 
Editore: self publishing
Data di pubblicazione: 1 dicembre 2018
Numero pagine: 739
Prezzo cartaceo: 19,99€ 
Prezzo ebook: 4,99€ (gratis con Kindle Unlimited)
Link per l'acquisto su Amazon:





Sinossi:

La benevolenza degli Dei Guerrieri discenda su tutti noi, poiché “Sangue del Nord” è sorto! Terzo tomo della “Trondheim Sagen” di Andreas Hennen.
L’onda nefasta degli invasori giunta dall’est delle terre esterne, si è abbattuta contro gli stoici scogli dell’umana resistenza. Portale Nero e la sua fama di inespugnabile fortezza hanno ceduto il passo all’urto degli orki, costringendo gli uomini alla strenua difesa. Nonostante l’estremo immolarsi dei guerrieri per erigere barriera, con il fine di far salva la vita d’ogni altro, la cortina è venuta meno, consentendo alla Dea Morte di calcare al galoppo del suo oscuro destriero le lande dell’Impero tutto.
I Re dei Re, avvedendosi di esser stati inconsce pedine in una sconfinata partita a scacchi, si troveranno travolti entro un inarrestabile turbine di accadimenti, tra i cui fini inganni e sotterfugi navigheranno ciechi. Per eludere la ricerca nemica delle loro persone e render medesimo scotto al burattinaio di quella guerra, intraprenderanno la via dell’imponderato e dell’ardito.
Tra lande deserte e perigli senza fine il passo si sospingerà, coltivando vacua speme d’aver ancora sabbia nella vitale clessidra, mentre il male stesso abbandonerà il suo fosco cunicolo ove fin lì si era celato per riversare tra gli ignavi la malevolenza iconoclasta delle proprie orde. Indicibili stenti attanaglieranno i soldati, facendoli divenire fertile terreno di grevi dissensi. Entro i biechi animi saranno fomentate ire e invidie, generando putredine nei cuori di molti. L’amicizia oserà innalzarsi come solidi abeti a sostegno dei cari, mentre gli amori fruttificheranno aurei doni, assurgendo allo stato d’incontrovertibile egida innanzi alla tesa spada dell’avverso fato.
L’arroganza propria ai guerrieri nordici diverrà muta rassegnazione, quando il mero ordimento della nemica mano punterà loro contro l’esiziale indice. I pilastri della terra si scuoteranno fino a sgretolare le montagne e l’umana arroganza d’esser tracotanti Dei, poiché simile natura non è concessa loro.


Una storia molto intrigante, non trovate?

Buona lettura!

4 commenti:

  1. Ma grazie per avermi fatto scoprire questo nuovo autore, mi segno tutti i suoi libri con piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, sono felice che ti piaccia. Fammi poi sapere come troverai i suoi libri :)

      Elimina
  2. Ciao, sembra interessante; grazie per la segnalazione

    RispondiElimina