Informazioni personali

La mia foto
"L'Isola dei Demoni" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Self publishing con Amazon "L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

lunedì 3 aprile 2017

LA LOGGIA DEGLI ASSASSINI di LORENA TESSARO

LA LOGGIA DEGLI ASSASSINI
di
LORENA TESSARO

Genere: romanzo storico

Edizione: Epsil (2016)  

Buongiorno lettori, 
Vi ricordate de La Loggia degli Assassini? Vi avevo segnalato questo romanzo un po’ di tempo fa (vi lascio qui il link, dove potete trovare anche la biografia di Lorena Tessaro, con l’elenco di tutte le sue opere).
Tornando al libro… già dalla sinossi mi ispirava molto e non vedevo l’ora di leggerlo, ma mi sarà piaciuto?
Cominciamo a parlare della trama: innanzitutto è ambientata in un periodo storico paragonabile al 1600 / 1700 (all’incirca), ma in nessun luogo conosciuto, infatti il tutto si svolge in tre immaginarie nazioni: la repubblica di Remanig governata dal Souveran (anche se in parole povere è il burattino del Consiglio Superiore), la monarchia del Nirac eretta dall’altezzoso re Julian III e, in mezzo a far da cuscinetto, il ducato di Libeg del duca di Locke.
Subito ci troviamo sull’orlo della guerra poiché il Nirac si affaccia sul ricco Mar Laniàc, oltre il quale è stata scoperta una nuova terra da conquistare, cosicché sia il Remanig e sia il Libeg devono attraversare i territori della monarchia per raggiungere il mare, per cui il Nirac ne approfitta alzando le tasse doganali.
Se il duca di Locke vuole evitare la guerra e fa di tutto per placare gli animi, re Julian III e il Souveran (naturalmente spinto dai membri del Consiglio Superiore) la cercano fortemente!
Tuttavia ci sono anche altri che vogliono scongiurare il conflitto: la segreta e misteriosa Loggia degli Assassini, un antico ordine sconosciuto che letteralmente governa il mondo all’insaputa di tutti.
I membri de La Loggia devono rispettare una serie di regole trascritte nel codice… ma c’è chi vorrà controllare perfino La Loggia stessa…
Nonostante un inizio abbastanza lento, in cui viene narrata la situazione politica delle tre nazioni e la presentazione di una moltitudine di personaggi molto ben descritti e affascinanti, è un romanzo pieno di intrighi, tradimenti, colpi di scena inaspettati e suspense dall’inizio alla fine, non ci si può rilassare neppure per una sola pagina!
Tutto è narrato con quel filo di mistero che spinge il lettore a leggere per scoprire la verità, perché come ho appena detto, ci sono molti personaggi e all’inizio non si capisce bene l’intento di ognuno… ma poi quando parte delle verità vengono svelate ogni pezzo va al suo posto, scoprendo così una trama articolata che lascia a bocca aperta.
Un intreccio perfetto di personaggi delle differenti nazioni e differenti condizioni sociali, che rivestono tutti – o quasi – sia il ruolo di burattino e sia di burattinaio, e non bisogna dare per scontato nulla, perché fino alla fine è impossibile capire chi conosce la verità e chi la ignora… o fa finta di ignorarla. Tutti manovrano – o credono di manovrare – gli altri e tutti sono manovrati a loro volta, anche inconsapevolmente, solo per arrivare ai propri scopi… ma ce la faranno? O faranno a loro volta una brutta fine?
Molto curioso e geniale è il linguaggio segreto de La Loggia, infatti per comunicare fra loro nei messaggi scritti devono utilizzare una lingua che solo loro conoscono. Interessanti anche tutti gli altri articoli del Codice (inserito parzialmente all’inizio di ogni capitolo, e poi nella sua completezza a fine romanzo).
Consiglio a tutti di leggerlo perché è una storia insolita, non il solito thriller o romanzo storico che mischia giochi di potere e politica, ma molto di più… e sono sicura che ne rimarrete soddisfati e sbalorditi, anche se qualche punto di domanda lo lascia in sospeso.
Un ultimo appunto personale: visto i molti personaggi appartenenti a La Loggia, siccome devono assumere un nome in codice per lavorare, nella trama viene usato alternativamente sia il nome vero e sia quello inventato, per cui a volte ho fatto qualche confusione a ricordare chi fosse uno e chi fosse l’altro. Se posso suggerirei di inserire a fine romanzo un elenco che riporti i nomi dei personaggi con i rispettivi pseudonimi.
Vi lascio qui il link al sito dell’autrice dove potete leggere alcune curiosità su come e dove ha trovato l’ispirazione per inventare una trama articolata come questa.
Davvero i miei sinceri complimenti a Lorena Tessaro!

Buona lettura!


VOTAZIONE


TRAMA           
PERSONAGGI
COPERTINA          
TITOLO           
SINOSSI         


Link per l'acquisto su Amazon:

Nessun commento:

Posta un commento