Informazioni personali

La mia foto
Ilaria Vecchietti, autrice del racconto "L'ultima chance...", e dei romanzi fantasy "L'Isola dei Demoni" e "L'Imperatrice della Tredicesima Terra".

martedì 9 luglio 2019

Intervista all'autore... Maria Teresa De Donato

Intervista all'autore...
Maria Teresa De Donato


Buongiorno lettori,
per questa rubrica oggi vi presento Maria Teresa De DonatoDottoressa in Salute Olistica, Naturopata, Life Strategist, Autrice.

Diamole un grande Benvenuto ed eccovi l'intervista.


1 - Raccontaci di te.
2 - Quando è nata la passione per la scrittura?
La passione per la scrittura è nata da bambina, insieme a quella per la lettura. I miei erano amanti della cultura, dei libri, dell’arte, delle lingue e dei viaggi. In casa nostra c’erano librerie ovunque.  Ho sempre letto molto e, come riflesso, scritto anche molto. I miei primi articoli furono pubblicati sul giornale In cammino mentre frequentavo ancora le scuole elementari.  Negli anni ho sempre scritto molto, coltivando questa mia grande passione, ma a livello di diario personale e corrispondenza con amici che vivevano in città o anche in Paesi diversi. 

3 - Quali sono i libri e / o racconti che hai pubblicato finora?
Per quanto riguarda i racconti, ne ho scritti vari, ma non li ho ancora pubblicati. Ne ho appena inviato uno per la compilazione di un’antologia Americana cui mi è stato chiesto di partecipare, cosa che ho accettato volentieri. A giorni dovrebbero darmi conferma che verrà inserito. Per quanto riguarda, invece, i libri, sono stata traduttrice della raccolta di Poesie MAGMA di Alessandra Trotta  (2002). Dal 2015 ho pubblicato i seguenti libri che trattano tematiche diverse:
  • Autrice di The Dynamics of Disease and Healing - The Role That Perception and Beliefs Play In Our Health and Wellness (2015) (Le Dinamiche della Malattia e della Guarigione – Il Ruolo che Percezione e Convinzioni rivestono nella nostra Salute e nel nostro Benessere);
  • Coautrice (Denis Gorce-Bourge) di DARE TO RISE - Reshaping Humanity by Reshaping Yourself (2016) (OSA ELEVARTI – Rimodellare l’Umanità Rimodellando Te Stesso) – Un libro ispiratore-motivatore, di sviluppo personale, sul potere dell’Amore incondizionato e sull’importanza della consapevolezza, della presa di coscienza e dell’auto-responsabilità per cambiare la propria vita e quella degli altri;
  • Autrice di PTSD: Conquering The Invisible (2015) (Disordine da Stress Post-traumatico: Conquistare l’Invisibile);
  • Autrice di Conquistare l’Invisibile - Approccio Olistico al PTSD (2015);
  • Autrice di PTSD: Conquering The Invisible (Kindle) (2016);
  • Autrice di Conquistare l’Invisibile - Approccio Olistico al PTSD (Kindle) (2016);
  • Autrice di Disease and Healing Dynamics (Kindle) (2016) – Versione ridotta e kindle di The Dynamics of Disease and Healing - The Role That Perception and Beliefs Play In Our Health and Wellness (2015);
  • Coautrice (Dr.ssa Anneli Sinkko, Ministro di Culto) di Hunting for The TREE of LIFE - A Spiritual Journey in the Garden Traditions (2016) (Andando a caccia dell’ALBERO della VITA – Un Viaggio Spirituale nelle Tradizioni del Giardino), un libro ad indirizzo spirituale-religioso in cui la Bibbia ed altri testi sacri sono stati utilizzati non come ‘l’ispirata Parola di Dio’, definizione con cui non tutti potrebbero essere d’accordo, ma piuttosto come documenti storici e, laddove le vedute di noi autrici discordavano, abbiamo concordato di presentarle entrambe ai lettori, dando loro la possibilità di valutare personalmente e di scegliere in cosa credere o esaminando determinati insegnamenti da una prospettiva diversa, ma altrettanto valida;
  • Autrice di MENOPAUSE – The best years of my life (2018) (Paperback and Kindle Editions);
  • Autrice di MENOPAUSA – I migliori anni della mia vita (2018) (Edizioni cartacea e kindle);
  • Autrice di Ocean of Senses – a fiction story (2019). (Edizioni cartacea e kindle)
  • Autrice di Oceano di Sensi – romanzo fiction (2019). (Edizioni cartacea e kindle).
Oltre a ciò negli anni ho pubblicato centinaia di articoli. Molti sono stati pubblicati da giornali e riviste di generi diversi ed altri che invece ho pubblicato direttamente sul mio blog.

4 - Da cosa trai ispirazione per le tue storie?
Qualsiasi cosa può essere fonte di ispirazione per me: un discorso fatto con una persona conosciuta per caso, qualcosa che ho osservato mentre camminavo, viaggiavo, meditavo o un’idea che mi è venuta in mente magari mentre cucinavo… la lista prosegue all’infinito…  

5 - I personaggi sono meramente inventati o ricalcano qualche persona reale?
Dipende dalla situazione: in Oceano di Sensi, il mio romanzo fiction che ho pubblicato di recente, i personaggi sono inventati anche se alcuni elementi possono essere stati ispirati da situazioni reali. Ad esempio, io ho conosciuto molte donne che sono state abbandonate dai loro mariti o partner, ed avendo avuto da loro figli, hanno poi dovuto crescerseli da sole… con gli uomini che hanno preso il volo, scomparendo definitivamente dalle loro vite.  Lo stesso dicasi per gli italiani emigrati o addirittura nati nella Libia pre-Gaddafi.  Ho conosciuto personalmente gente che è vissuta molti anni in Libia ed alcune che ci sono persino nate.  Alcuni particolari che mi hanno raccontato della vita e della cultura in Libia sono stati molto importanti per la stesura del romanzo.  Al contrario, nel romanzo autobiografico-storico-genealogico che sto ultimando, i personaggi sono reali e tutti membri della mia famiglia o comunque a me legati da stretti vincoli di parentela, ma le persone di cui ho scritto dettagliatamente sono tutte persone decedute. 

6 - Cosa ne pensi del self publishing?
Penso che l’editoria sia molto cambiata in questi ultimi decenni e che il self-publishing sia un’opzione tanto valida quanto quella che offrono le case editrici di tipo tradizionale.  Io personalmente ho optato per il self-publishing, e precisamente per Amazon, per tutta una serie di ragioni che vanno dalle tempistiche alla possibilità di avere la situazione sempre sotto controllo (mi riferisco soprattutto alle “vendite” e quindi alle “royalties”, ossia ai “diritti d’autore”).  Riconosco, tuttavia, che il self-publishing non è per tutti perché devi fare tutto da solo/a… anche se – e questa è stata la mia esperienza almeno con le case editrici americane che avevo contattato per la pubblicazioni di uno dei libri di cui sono co-autrice – quando l’editore oltre a farti aspettare mesi solo per farti sapere se accetta di pubblicare il tuo libro o no, ti chiede anche
  • Che presenza hai sui socials
  • Quanto è grande la tua email list
  • Quante connessioni hai
  • Come pensi di organizzarti per la pubblicità ed il marketing…
e così di seguito… la lista continua… io rimango perplessa e penso che, in fondo, sia il caso di fare direttamente tutto da me.    


7 - Se a tua volta sei un autore self curi da solo ogni fase di pubblicazione o ti avvali di qualche collaboratore (esempio: agenzie letterarie, correttori di bozza, illustratori, ecc.)?
Sino ad ora ho fatto tutto da sola.  

8 - Cosa ne pensi delle case editrici a pagamento?
Credo si evinca dalla mia risposta precedente: se uno non è in grado – per una ragione o per l’altra – di fare tutto da solo o quasi – forse ricorrere ad una casa editrice a pagamento potrebbe rappresentare l’opzione migliore ed in alcuni casi persino l’unica. Non c’è una strada che possa andare bene per tutti: ognuno deve valutare attentamente la propria situazione ed i pro e i contro dell’opzione che sceglie. 

9 - Ultimamente stai lavorando a qualche nuova opera?
Al momento sto ultimando un romanzo autobiografico-storico-genealogico che spero di pubblicare nelle versioni italiana, inglese, cartacea e kindle entro maggio-giugno.  

10 - Come concili la passione per la scrittura con la vita personale e quotidiana?
La passione per la scrittura si è di fatto trasformata, soprattutto in anni recenti, in una carriera a tempo pieno.  Detto ciò, e pur lavorando moltissimo, cerco di mantenere l’equilibrio tra la altre aree della mia vita.  Laddove ho potuto, ho semplificato la mia vita quanto più possible eliminando il superfluo, stabilendo delle priorità e, soprattutto, cercando di rispettare i programmi che mi faccio.

11 - A quale autore / autrice ti ispiri, se ti ispiri?
Non mi ispiro a nessun/a autore/autrice in particolare, anche se ne ammiro molti/e: da Louisa May Alcott a Jane Austen, da Ernest Hemingway a Charles Baudelaire, da Luigi Pirandello a Leo Buscaglia, da Jean-Paul Sartre a Bertolt Brecht, da Oriana Fallaci a Tiziano Terzani, ma la lista è molto lunga.  Ho letto migliaia di libri…  

12 - Qual è il tuo libro preferito?
È impossibile per me rispondere scegliendo un titolo solo. Posso limitarmi a fare alcuni esempi, ma la lista nel mio caso sarebbe molto lunga. Di Pirandello amo tutta la produzione, ma in modo particolare Il fu Mattia Pascal e L’Esclusa; di Tiziano Terzani mi è piaciuto soprattutto Un altro giro di giostra; della Fallaci i miei preferiti sono sicuramente Lettera a un bambino mai nato e Un Uomo.

13 - Cosa ne pensi del mondo dell’editoria in generale?
Mi sembra sia diventata una sorta di giungla in cui è molto difficile orientarsi. Ma a prescindere da quelli che possono essere il mio personale pensiero e la mia percezione in questo ambito, non posso negare che l’incremento a livello esponenziale sia di scrittori/autori sia di editori mi sembra una sorta di risposta al decadimento a tutti i livelli della società moderna.  Il “cuore” “sente” il bisogno di elevarsi, di riscattarsi, di entrare in contatto con quella parte del Sè, del Cosmo, dell’Infinito, della Consapevolezza Suprema e riconosce intuitivamente che l’Uomo è molto più di ciò che sceglie di essere in quanto ad ideologia politica, religiosa o interesse economico.  Lo Spirito questo lo avverte – che sia a livello cosciente o meno – e cerca un modo per elevarsi, per andare a sopperire a quella perdita di valori, a colmare quel senso di vuoto che la società moderna, basata su un’economia ed una finanza completamente impazzite e su un consumismo irrazionale e spietato, sembra aver spazzato via.  “Non di solo pane vive l’Uomo”, disse il Cristo o, per usare un’espressione dantesca “Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza” (Inferno, Canto XXVI, verso 119). Ecco, questa è la spiegazione che mi sono data al pullulare di autori/autrici, di editori e di associazioni culturali in questo specifico momento storico.

14 - Dove possiamo contattarti (e- mail, pagine social, blog personale, ecc.)?
Chi lo desiderasse può contattarmi tramite


Grazie, Ilaria, per questa intervista. È stato un piacere.


Grazie infinite Maria Teresa per aver accettato questa intervista. Ne sono proprio contenta e complimenti sinceri per tutte le tue pubblicazioni.
Spero che sia piaciuta anche a voi e fatemi sapere se conoscevate questa brava autrice e se avete letto i suoi libri.


Buona lettura!

2 commenti:

  1. ciao, sempre interessanti le tue interviste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Grazie, sono felice che le mie interviste ti piacciano :)

      Elimina