Informazioni personali

La mia foto
"L'Isola dei Demoni" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Self publishing con Amazon "L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

sabato 22 aprile 2017

Segnalazione: I Cento Ritratti di Francesco Montori

Segnalazione:
I Cento Ritratti
di
Francesco Montori

Buongiorno lettori,
oggi vi segnalo una raccolta di racconti: "I Cento Ritratti" di Francesco Montori.

Biografia:
Francesco Montori nasce a Bologna. Ha vissuto in diversi paesi, fra cui Francia, Germania, Siria, Egitto e ora in Polonia. Ha svolto numerosi impieghi: dal lavapiatti, all’insegnante di italiano, dal contabile, al giornalista (è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Emilia Romagna), lavorando anche come addetto call center e manovale.
Ha scritto per diverse testate e associazioni culturali; suoi testi e poesie sono presenti in numerose riviste. Ha un sito http://www.montori.it/ dove chiunque potrà lasciare il proprio contributo nella sezione Esercizi, uno spazio nel quale poter descrivere un volto, cimentarsi in un dialogo, e altro ancora.
Dal 2016, fa parte del trio Dogon, formato con un attore e un sound designer, per la produzione di audio racconti e monologhi originali.
I cento Ritratti è il suo primo libro.
L’autore invita chiunque desideri un ritratto a contattarlo; il soggetto, l’argomento e lo stile saranno scelti da voi, e il ritratto sarà breve come quelli presenti nel libro. Tutto in forma gratuita, solo per il piacere di un rapporto diretto e creativo tra chi legge e scrive.


 

Genere: 
Racconti, Narrativa Contemporanea

Editore: self publishing
Data di pubblicazione: 10 Aprile 2017
Numero pagine: 243
Prezzo ebook: 2,99 €
Link per l'acquisto: 




Sinossi:
I cento ritratti siamo noi: le persone. Colte in momenti comuni o paradossali, ma sempre carichi di elettricità umana, sia nella rinuncia che nella rivolta.
Sono presenti la frustrazione, le dipendenze, il lavoro, la follia, il sesso, il timbro di una resa e l’ironia per abbatterla; ci sono le domande attorno a un suicidio, un 18 preso all’università, un incontro del terzo tipo, la lista di una persona che assomiglia, il rapporto con degli occhiali da vista, e molto altro ancora della commedia umana.
Ogni ritratto inizia con un nome, come trasfigurazione letteraria di un dipinto su tela, mentre la brevità ne è la cornice.
Nella galleria, sono presenti anche animali e oggetti, e i rapporti che le persone intrecciano con ognuno di essi nel quotidiano.
Sono immagini rese statiche o in movimento grazie alle parole, con tutto ciò che di implicito e nascosto si trova al loro interno.
Ogni tela di un dipinto, infatti, è tessuta con una trama, molto più vasta e sottile di ciò che si pensi.

Sembrano molto interessanti... e voi lo leggerete?

Buona lettura!

Nessun commento:

Posta un commento