Informazioni personali

La mia foto
"L'Isola dei Demoni" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Self publishing con Amazon "L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

martedì 10 luglio 2018

Segnalazione: Un’estate magica di Olivia Hessen

Segnalazione:

Un’estate magica

di

Olivia Hessen



Buongiorno lettori,
oggi vi segnalo la nuova raccolta di racconti di una mia amica / blogger: "Un'estate magica" di Olivia Hessen, per il romanzo Il segreto di Fosco e i racconti Magia d'inverno e Esotico mistero.



Biografia:
Mi chiamo Olivia e sono una ragazza come tante, con mille sogni e progetti per la testa.
Le mie passioni sono il cioccolato, i cani, il mare e i film d’amore.
Ho iniziato a scrivere un po’ per passione e un po’ per curiosità cimentandomi in storie LGBT.
Nella vita ho un solo motto: supera i tuoi limiti.

CONTATTI



Genere: raccolta di racconti LGBT / Romantico
Editore: StreetLib Selfpublishing
Data di pubblicazione: 2 luglio 2018
Numero pagine: 62
Prezzo ebook: 2,99€ 
Link per l'acquisto su Amazon:






Sinossi:

Cos’è l’amore?
Un’amicizia con qualcosa in più, un colpo di fulmine, qualcosa di leggero e improvviso come una brezza estiva?

Scopritelo con i racconti di Olivia Hessen che vi accompagneranno in un’emozionante estate magica!


Ed eccovi anche un estratto:
Jess si diede del cretino per non aver insistito nel cercarlo: perché, per esempio, non era andato nel suo studio?
La sua segretaria, a quell’ora, gli avrebbe già chiarito ogni cosa.
Invece non lo aveva fatto, e lui aveva perso l’uomo della sua vita.
Sì, perché al di là della potente attrazione sessuale, lui e Phil erano proprio anime affini e condividevano persino gli stessi interessi: la buona cucina, il teatro, il vecchio cinema, lo sport, l’amore per la montagna...
Erano fatti l’uno per l’altro, tanti erano gli aspetti che li accomunavano.
Così, con in mano quel foglio stropicciato e umido per le lacrime che vi aveva pianto sopra, Jess si domandava disorientato come fosse stato possibile che si fossero perduti e rifletteva sul fatto che troppo spesso le vite delle persone sono governate dal caso e non dalla ragione.
Perché a volte bastava un evento fortuito, come un foglio di carta portato via da un colpo di vento dispettoso, a costringere l’esistenza a seguire un binario diverso da quello programmato.
Jess rilesse le ultime parole di Phil e prese la sua decisione.



Cosa ne pensate?
Lo leggerete?



Buona lettura!

2 commenti:

  1. Scusami, scusami e ancora scusami per il ritardo!
    Sei stata super gentile.
    Grazie :-)

    RispondiElimina