Informazioni personali

La mia foto
"L'Isola dei Demoni" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Self publishing con Amazon "L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

mercoledì 13 dicembre 2017

Quarto Blog Tour S.E.U.

Quarto Blog Tour S.E.U.


Buongiorno lettori,
oggi sono felicissima di annunciarvi un nuovo blog tour che ospito sul mio blog, e per questo ringrazio di cuore S.E.U. per avermi fatto partecipe. Davvero un mega grazie!
Tratterò quindi in questa ultima tappa di interviste flash ad autori per libri per bambini.




Il S.E.U. (Scrittori Emergenti Uniti) è un’Associazione di autori nata ufficialmente nel 2015.
Siamo arrivati al quarto blog tour e vi ringraziamo per averci seguiti fino ad adesso.
Questa volta vogliamo presentarvi nove libri per bambini che potrete regalare o leggere insieme ai vostri figli.
Nove autori che fanno parte del SEU e che, come sempre, hanno messo in palio il loro libro ai fini dell’estrazione finale. Per poter partecipare, vi viene richiesto di condividere e commentare le quattro tappe.


TAPPE DEL BLOG TOUR:
7 dicembre: prima tappa su La tana dei libri sconosciuti (presentazione dei romanzi e delle cover)
9 dicembre: seconda tappa su Libri riflessi in uno specchio (presentazione dei personaggi)
11 dicembre: terza tappa su Libri e altri disastri (breve biografia dell’autore e ambientazione delle storie)
13 dicembre: quarta tappa su Una buona lettura (intervista flash agli autori)

C’è tempo fino al 19 di dicembre per partecipare.

Il 20 dicembre verranno estratti a sorte TRE VINCITORI, che riceveranno in regalo uno dei tre pacchetti premio contenenti ebook e cartacei dei libri presentati.




Seguite l’evento per non perdervi le tappe!


REGOLE PER PARTECIPARE:
  1. Condividere l’immagine del blogtou(a questo link) taggando almeno un amico
  2. Commentare le quattro tappe sui blog partecipanti



Intervista flash agli autori:
a) Tra i libri che hai pubblicato, ce ne sono alcuni rivolti anche agli adulti o prediligi il pubblico giovanile? Come differisce il tuo stile quando ti rapporti a un pubblico di bambini piuttosto che a quello adulto?
b) Cosa ti ha spinto a creare una storia per bambini? Da dove ti è venuta l’ispirazione e la forza per scriverla?
c) Sei uno scrittore a tempo pieno oppure, oltre alla scrittura, hai un lavoro o degli hobby che reputi ugualmente importanti?


 

FRANCA ADELAIDE AMICO
Elissa e altri racconti, Raccolta di racconti per ragazzi

a) Prediligo i ragazzi perché rappresentano il nostro futuro ma mi rivolgo a tutti coloro che hanno voglia di riflettere.

b) Traggo ispirazione dagli stessi personaggi che... mi vengono a trovare. Non saprei dire di più. Le storie arrivano da una dimensione altra.

c) Sono anche insegnante e giorno per giorno ho a che fare con le delizie e le problematiche adolescenziali. I ragazzi imparano ma ci insegnano pure tanto.




FRANCESCO AMBROSIO
Le avventure di Lobo, il pianetino parlante, Fiaba fantasy

a) Prediligo rivolgerli ad un pubblico giovanile tra bambini e ragazzi, ma anche gli adulti possono trarre da essi qualche insegnamento importante per la loro vita.

b) Dalla mia vita, infatti è molto autobiografica. Sono partito senza saperlo da un periodo buio della mia vita in cui mi sentivo fermo come Lobo, il protagonista, per poi arrivare a muovermi grazie alla mia passione per la scrittura e ritornare ad amare la vita, proprio come fa lui.

c) Sono uno scrittore a tempo pieno, cerco sempre di impegnarmi anche a promuovere le mie opere, organizzare presentazioni, tanto che ultimamente da più di un mese non ho scritto niente nonostante i progetti non manchino. Cerco di vivere questa mia passione a 360 gradi partecipando anche a concorsi letterari con le mie poesie. L’altro hobby che coltivo da due anni è quello dei balli caraibici che mi diverte tantissimo.





BARBARA BARDUCCO
Calla e le allegre lettere dell'alfabeto (volume 1), Calla nel fantastico mondo dei numeri (volume 2), Libri didattici

a) Io e mio marito abbiamo pubblicato anche due libri urban fantasy, scritti a quattro mani, che sono i primi di due rispettive trilogie, ed è in preparazione una saga prettamente fantasy. Diciamo che questi racconti hanno un target young adult, ma sono molto apprezzati anche dagli adulti.

b) Credo che il fatto che mia madre lavorasse presso una scuola materna centri qualcosa. Oltre aver lavorato io stessa molto con i bambini come animatrice, seppure un po' più grandicelli.

c) Amo molto scrivere, ma il mio lavoro principale è nella ristorazione scolastica. Come vedi.... Sempre al servizio dei bambini.




SILVIA DE MEIS
Esopo 2.0 (Astro Edizioni), Raccolta di favole

a) No, non ho mai scritto per adulti, tra i libri che devo ancora pubblicare c’è un romanzo per ragazzi, ma non mi sono spinta mai oltre questa età. Mi piace fantasticare e rifugiarmi in mondi incantati, e questo è possibile solo con il pubblico dei più piccoli.
 
b) Le prime favole le ho scritte per mio figlio quando era bambino, perché a lui piaceva tantissimo sentirsele raccontare. Lui è stato la mia musa ispiratrice e il mio primo pubblico. Le ho tenute nel cassetto per circa 20 anni, poi un giorno ho cominciato a farle leggere in giro ad amici e colleghi e questi mi hanno spinto a pubblicarle. In seguito scrivere, mi ha aiutato tantissimo a superare quei momenti duri che spesso incontri durante il tuo percorso.

c) No, non lo sono, anche se mi piacerebbe molto esserlo. Ho un lavoro che mi assorbe moltissimo che è la scuola dove insegno anche teatro. Ho l’hobby della danza che ho praticato nel corso del tempo, toccando diversi stili: contemporanea, jazz, flamenco e danza del ventre. Attualmente sto seguendo un corso di danza con persone diversamente abili. Per avere idee e fantasia nello scrivere, secondo me, bisogna sempre cercare nuovi spunti che ti arrivano dalle persone, da chi ti sta attorno, la scrittura è un fiume in piena, non acqua stagnante.





ELISA FAVI
Rumori Mostruosi, Libro illustrato per bambini

a) Scrivo anche libri per i più grandi, per di più di genere fantastico e di avventura. Il linguaggio cambia per forza e, mentre cerco di essere semplice nelle storie per i più piccoli, posso permettermi di scrivere trame più articolate per ragazzi e adulti.

b) Le mie storie per bambini sono sempre molto illustrate perché sono sempre io che le disegno, per questo c’entra anche una parte di me che si diverte molto nel realizzarle. Mi piaceva l’idea di giocare sui fraintesi e sul far mettere i bambini nei panni di un altro personaggio totalmente diverso da loro eppure così simile.

c) Sono scrittrice e illustratrice, solo di recente ho unito un terzo lavoro completamente differente. Nel mio caso, i miei hobby sono anche il mio lavoro.




FABIO GIROMETTA
Serie per ragazzi in due libri: Scassy (volume 1), Le nuove avventure di Scassy (volume 2) (Giovanelli Edizioni)

a) I miei scritti, costruiti con e per passione, sono rivolti ad un pubblico di bambini, anche se gli adulti vi possono trovare di sicuro spunti di riflessione e mi auguro, qualche sorriso. Mi trovo a mio agio nel raccontare storie per i più piccoli, proponendo buoni sentimenti e nella speranza che si possano anche divertire.

b) L’idea mi è venuta a seguito del consiglio di un’amica che mi ha spronato a mettere su carta i racconti che creavo e che, oralmente, raccontavo a mia figlia da piccola. Nel fare questo, la forza di provarci è venuta da sé, credendo nel messaggio che volevo comunicare, ovvero la centralità della famiglia nella crescita di un bambino, l’importanza della solidarietà tra le persone e dell’affrontare insieme i problemi evitando di isolarsi.

c) Io non sono uno scrittore a tempo pieno. Sono un impiegato tecnico, che dedica buona parte del proprio tempo libero alla scrittura e alla promozione dei libri pubblicati.



MARCO SQUARCIA
Un attimo in più (Edizioni Simple), Raccolta di novelle

a) Sì, lo stesso. Attimo in più è diretto anche agli adulti. Per i prossimi, vedremo eheh
Lo stile rimane il mio, ma ovviamente uso vocaboli più semplici e asciutti, cercando di entrare nel mondo dei bambini, ma senza abusare delle loro certezze.

b) I bambini sono una fonte incredibile d’ispirazione, a me riescono facili i racconti e le storie, perché semplici e riesco ad immaginare bene anche le scene e far immaginare al pubblico quello che descrivo nelle storie.

c) Mi piacerebbe ma purtroppo divido il mio tempo in più attività che a volte, non si assomigliano nemmeno un po’. La scrittura è una bella passione a cui spero di dedicare maggior attenzione in futuro.




MARTA TROPEANO
Una carezza nell’anima (NeP Edizioni), Raccolta di favole

a) La raccolta di favole è la mia prima pubblicazione è composto da 46 pagine e mi rivolgo sia ai bambini ma anche agli adulti.
Questo libro vuole essere uno “spazio affettivo” che faccia da ponte e non da semplice intrattenimento. Il mio invito è quindi di leggerlo favola dopo favola ad alta voce, la voce umana favorisce la condivisione, fa crescere i bambini e ci fa ritornare bambini. Se un adulto legge un libro ad Alta Voce e quel libro gli piace contagerà di piacere il bambino. La lettura ad alta voce accende la fantasia, è luce per la nostra anima, perché potenzia la capacità dell’ascolto globale che comprende non solo il sentire che ci deriva dall’orecchio ma influisce sull’attenzione unitaria e penetra nel cuore delle emozioni.

b) Come Pedagogista e Maestra ho sempre utilizzato il linguaggio fantastico e simbolico della favola. Le competenze affettive, empatiche e di rispecchiamento reciproco oggi sono determinanti fin dalla più tenera età, per creare un clima di condivisione in classe e non solo. La sfera emotiva è il nucleo e attraverso l’empatia, ossia la capacità di immedesimazione, ci permette di mediare ogni connessione con la realtà esterna. Da qui la necessità di creare non solo un’educazione emotiva mirata, ma una vera e propri Didattica delle Emozioni. Dobbiamo imparare ad essere degli Adulti Emotivi, riscoprendo la bellezza delle emozioni, siamo spinti verso un sistema di competizione e di gara e spingiamo anche i nostri bambini a seguire modelli aridi e sterili.  La favola mi piace pensarla come un mattoncino che ci aiuta a costruire la nostra identità!

c) Sono una Pedagogista e un insegnante e mi occupo di educazione emotiva e didattica delle emozioni. Ho creato oltre al linguaggio fantastico della favola una linea di giochi emotivi ed educativi ossia I Giochi del Cuore. Un progetto in collaborazione con L’atelier di Carmen Vitola- Sartoria emozionale. Mi sono inventata alcuni giochi come l’appello emotivo attraverso Palla-Emozione, oppure la Collana delle Emozioni e Il guanto Inventa-Favole per iniziare a costruire un percorso di autoconsapevolezza emotiva. Le passioni che mi fanno battere il cuore sono la lettura e la scrittura, sono molto creativa e il linguaggio della fantasia mi aiuta ad alimentare il mio cuore bambino!




FRANCA TURCO
Lusinda e la candela incantata, Fiaba illustrata per bambini

a) Ho scritto anche tre romanzi e un saggio. Quindi mi rivolgo anche a un pubblico adulto. Nei romanzi però mantengo come nella fiaba l'intento di dare un messaggio che si possa leggere tra le righe. Sarà il lettore che deciderà se fermarsi al primo livello o se andare più in profondità e cogliere il messaggio.

b) Ogni sera prima di dormire mia figlia mi chiede di raccontarle una storia, inventata da me e sempre diversa. Da una di queste è nata Lusinda e da altre ho tratto qualche spunto e molto probabilmente ne nasceranno altre. Poi da come le racconto a lei a come diventano fiaba vi è tutto uno sviluppo che si basa sui miei studi, qui in particolare ho voluto applicare le fasi studiate da Propp presenti in ogni fiaba, per renderla una fiaba a tutti gli effetti. La forza per scriverla sempre da mia figlia, la prima a cui ho voluto dare il mio messaggio.

c) Sono scrittrice e correttrice di bozze/editor, quindi il mio lavoro s'incentra sulla scrittura, anche se non esclusivamente dei miei romanzi, occupandomi anche a quella degli altri (che poi alla fine sento sempre un po' anche mia). Hobby tanti, compatibilmente col tempo che mi resta. Mi sento soprattutto una mamma e penso che il tempo trascorso con mia figlia (e con tutta la famiglia) sia quello speso meglio.



Eccovi le brevi interviste agli autori, spero che vi siano piaciute e che parteciperete all'evento (che vi ricordo a questo link) e andate a visitare anche le altre tappe del Blog Tour.
Buona fortuna a tutti e grazie ancora a S.E.U. per avermi coinvolta ;)

Buona lettura!

8 commenti:

  1. Complimenti a tutti gli autori per le interessanti risposte alle proprie interviste ;-) tutte mi hanno coinvolta molto emotivamente e sono felice di seguire anche questo blog tour Seu! Aspettiamo l'estrazione finale :-D Grazie dell'ospitalità a Buona Lettura ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento :)
      Hai ragione, tutti hanno dato delle interessanti risposte che fanno proprio venire voglia di leggere i loro libri.

      Elimina
  2. Che bella questa intervista collettiva e poliedrica. Da spazio a tutti senza sminuire nessuno. Sono tutte opere interessantissime, ma ho già in mente nella mia testa quelle che mi ispirano di più :) grazie per la tappa!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio vero, si può conoscere tanti autori e le loro opere in un solo post :)
      Grazie per il commento ;)

      Elimina
  3. Mio figlio ogni sera mi chieda una fiaba diversa, con tutti questi libri ne avrei da raccontare. Quelle di esopo mi incuriosiscono particolarmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, con questi libri avrai tante belle storie da raccontare al tuo bimbo :)
      Grazie per il commento!

      Elimina
  4. Non ho mai letto una intervista collettiva ... WOW !!! molto interessane e esaudiente le risposte di tutti gli autori
    bellissime storie con tanta fantasia per colpire le menti dei bambini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai perfettamente ragioni, bellissime risposte... e storie bellissime per i bambini.
      Grazie per il commento!

      Elimina