Informazioni personali

La mia foto
"L'Imperatrice della Tredicesima Terra" di Ilaria Vecchietti Genere fantasy Aletti Editore Anche in formato e-book

lunedì 10 ottobre 2016

IL MIO NOME È NESSUNO IL RITORNO di VALERIO MASSIMO MANFREDI

IL MIO NOME È NESSUNO
IL RITORNO
di
VALERIO MASSIMO MANFREDI


Genere: romanzo epico / storico / avventura / mitologia

Edizione: Mondadori Direct S.p.A. per Mondolibri, Milano su licenza Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano (2013)


Buongiorno lettori,
di cosa parliamo oggi? Di mitologia greca!
Il ciclope Polifemo. La maga Kirke. I mangiatori di Loto. La ninfa Calypso. Questi sono solo alcuni dei curiosi, spaventosi e sorprendenti personaggi che Ulisse / Odysseo incontra nel suo lunghissimo viaggio di ritorno dalla grande guerra contro i troiani.
Dopo Il mio nome è Nessuno Il giuramento (qui potete trovare la mia recensione), ecco il seguito che ripercorre il viaggio e le gesta dello scaltro re di Itaca, per ritornare dalla sua amata Penelope e dal figlio adorato Telemaco.
Basato sull’Odissea, il romanzo narra le varie tappe del viaggio durato circa dieci anni a causa del volere di un’unica divinità: Poseidon, il potentissimo Dio azzurro, il signore del mare. Adirato con Odysseo per avergli accecato il figlio, ostacola in tutti i modi il suo ritorno, portando il nostro eroe a sbarcare su isole a lui sconosciute e affrontare le insidie che nascondono, perdendo un compagno dopo l’altro… fin quando riuscirà a ritornare a casa… e un’altra sorpresa l’attende!
Come per il precedente romanzo, Manfredi riesce a ricreare la giusta atmosfera antica ed epica, portando il lettore all’interno delle pagine, quasi da riuscire a sentire l’odore del mare, il vento tra i capelli e il disperato desiderio di ritorno alla patria.
L’Odissea è una storia di avventura, di pericoli, di misteri, ma anche d’amore: amore per la propria moglie e il proprio figlio che non si vedono da vent’anni; amore per i compagni, che dopo aver combattuto a lungo lontani da casa a dagli affetti, il nostro protagonista vuole riportare sani e salvi alle loro famiglie; e amore per la patria, è sempre pesato molto a Odysseo dover lasciare Itaca per la guerra e quando ritornerà la troverà invasa
Molto interessanti sono i pensieri del protagonista, in genere si vede sempre Odysseo solo dal punto di vista di guerriero, in questo romanzo invece lo si scopre come uomo: re, marito e padre.
Inoltre l’autore non si limita a narrare il ritorno in patria e la cacciata dei pretendenti, bensì ha il coraggio di guardare oltre, portando il nostro astuto eroe nel suo ultimo viaggio (quello predetto dal tebano Tiresia, il veggente, ma – come afferma lo stesso Manfredi a fine romanzo – di questo poema non si è mai trovata traccia)… e chissà se Odysseo è veramente morto o sta ancora vagabondando per il mondo per placare definitivamente l’ira del Dio azzurro?

Buona lettura!


VOTAZIONE


TRAMA           
PERSONAGGI
COPERTINA                    
TITOLO                 
SINOSSI         


Link per l'acquisto su Amazon

Nessun commento:

Posta un commento